Rischia il linciaggio per aver soccorso uno straniero: «Bisogna lasciarli morire questi immigrati di me..da»



«Se osi chiamare l’ambulanza ti meniamo maledetta troia, bisogna lasciarli morire questi immigrati di merda, ricordati che i soccorsi li paghiamo noi contribuenti mica questi negri». È quanto un'avvocata milanese si è sentita dire dopo essere stata aggredita per aver osato soccorrere un ragazzo di colore riverso a faccia in giù in mezzo ad un parco cittadino.
Nell'Italia leghista capita anche questo, con un razzismo e una violenza che paiono ormai fuori controllo. «Ho avuto paura che mi picchiassero», ha spiegato al Corriere l'avvocata, scioccata davanti a una ferocia che pareva inumana. E tra quel manipolo di razzisti c'era stata pure una 70enne che se ne uscita dicendo: «Spero che Dio ascolti le mie preghiere e che affondi tutti i barconi!». Chissà, forse è una di quelle a cui piace vedere il ministro che bacia i crocefissi mentre promette la persecuzione delle minoranze etniche.
Ovviamente pare inutile sperare che queste "persone" possano capire che è la loro politica razzista a mettere in strada gli stranieri che sono stati cacciati dai Cara e che non possono lavorare perché Salvini non glielo permette, così come forse non comprendono che andrà sempre peggio dato che le destre hanno bisogno di creare disagi se vuole ottenere voti attraverso la loro retorica razzista. E ci sarebbe anche da domandarsi se sia davvero questa l'Italia disumana che Salvini e Pillon vogliono lasciare ai loro figli.
1 commento