Salvini dribbla sulle tangenti russe, ripiegando sul suo sostenere che i migranti varrebbero meno dei cani



Il ministro dell'inumanità si guarda bene dal parlare di tangenti russe mentre i suoi servi dicono che il loro "comandante" è troppo impegnato a sbraitare contro gli stranieri e a promettere discriminazioni su base etnica per disturbarsi ad andare in aula a chiarire il caso dei 65 milioni di fondi neri che la Russia avrebbe versato al suo Paese in cambio del controllo dell'Italia.
No. La sua teoria è che bisognerebbe credere alle sue illazioni contro le ong ma non ad una registrazione audio in cui un suo uomo studiava il miglior metodo per occultare il passaggio di denaro.

Ma non è finita qui. Mentre Salvini sostiene di aver ricevuto un proiettile (come peraltro accade ogni qualvolta abbia bisogno di distrarre l'opinione pubblica dal suo operato) attraverso una busta non affrancata che sarebbe stata accettata dal personale del ministero nonostante il nome fosse stato scritto con ritagli di giornale e riportasse la dicitura "ministro duce", ben più atroce è come il leghista tenti di distrarre l'opinione pubblica in una nuova ostentazione del suo inumano odio verso la vita:


Da quelle poche parole emerge un'ideologia aberrante. Il leghista Salvini tenta di far leva sul più becero populismo nel lanciare un appello per alcuni cani a cui lui ha tolto i padroni, presentando degli animali come soggetti meritevoli di maggiori attenzioni stipetto a quelle persone che lui ha sbattuto in mezzo ad una strada. E dato che quelle persone verranno probabilmente offerti alla malavita dato che lui gli ha tolto un riparo mentre vieta loro di poter lavorare nella legalità, il ministro tenta di far leva sul concetto di "risparmio".

Stando alla sua teoria, sacrificare la vita dei più deboli è un bel modo per risparmiare soldi. Poco importa se con i suoi presunti fondi neri potrebbe finanziare la gestione die migranti per almeno un secolo, lui dice ai suoi proseliti che ogni bambina migrante indirizzata alla prostituzione minorile o ogni padre di famiglia che verrà da lui costretto a rubare per sfamare i suoi figli è da lui considerato un "risparmio". E chissà che "risparmio" avremmo se iniziasse a fucilare gli stranieri o se li sterminasse in quel centro di sterminio che tanto eccitavano il suo alleato Bannon...
4 commenti