A Pontida la Lega propone pizze chiamate "Open Arms" e "Acquarius"



Alla festa della Lega di Pontida, ai miliziani padani viene offerto un curioso menù con pizze chiamate "Ladrona", "Ruspa" e la "pizza del capitano". Spuntano però anche la "Sea Watch" e la "Aquarius", in derisione alle navi Ong che il loro Salvini avrebbe voluto abbandonare alle acque del Mediterraneo.
Secondo l'ex parlamentare della Lega Daniele Belotti, quei nomi sarebbero «goliardici» perché ai leghisti piace ridere della morte altrui quasi come amano vedere il loro "capitano" che crea clandestinità e offre manodopera alle mafie grazie alle sue ruspe.
A tutto ciò si aggiungono le magliette che, con tanto di errori di ortografia, celebrano la festa con scritte in russo che celebrano il Russiangate e l'accordo leghista che prevedeva la svendita dell'Italia a Mosca in cambio di fondi neri per il loro partito.
Poi questa è la gente che definisce "carnevalate" i Pride...
3 commenti