Berlino. Vandalizzato il memoriale dedicato alle vittime gay del nazismo



Ignoti hanno vandalizzato con della vernice il memoriale dedicato agli omosessuali perseguitati dal nazismo che si trova a Berlino.
Installato il 27 maggio del 2008, il memoriale è stato erogettato dagli artisti Elmgreen e Dragset, ponendosi come monito degli orrori che sono derivanti dal Paragrafo 175, ossia la legge che rendeva illegale l’omosessualità. La legge venne riformata nel 1969e cancellata solamente nel 1994, portando a quell'assurdità per cui i superstiti gay vennero incarcerati dopo la liberazione dei lager nazisti.
2 commenti