Dopo i "rosari anti-gay" arriva il rogo dei libri



Oltre ad organizzare blasfeme preghiere anti-gay, quel fantomatico "Comitato San Filippo Neri" che racchiude varie sigle di neofascisti e pilloniani pare voler riproporre un rogo dei libri in pieno stile nazista. Lo comunicano dalla loro paginetta social:


Bruciare libri che probabilmente non hanno manco letto è un atto che sottolinea la loro violenza ideologica. Il tutto per arrivare a mettere le mani sui bambini e proporre luoghi di indottrinamento per addestrarli alla loro ideologia:


5 commenti