Il partito di Adinoilfi si dichiara favorevole ai crimini d'odio e ai fondi neri per la Lega



Nelle stesse ore in cui un suo collaboratore è stato arrestato per aver drogato dei ragazzi di cui abusava sessualmente, l'adinolfiniano Mirko De Carli se n'è uscito scrivendo:


Peccato che per sostenere che una legge che prevede la tutela dei ragazzi vittima di bullismo bisognerebbe almeno tentare di "argomentare" le proprie parole, ma a mostrarci la depravazione ideologica è come l'assenza di idee venga sopperita da slogan fini a sé stessi con un tizio che parla di fantomatiche «ideologie arcobaleno».
Non si capisce la lotta all'omotransfobia dovrebbe essere una cosa negativa? E neppure ci spiega quali sarebbero le bandiere arcobaleno "abusive" di cui parla nel suo delirante messaggio.

E neppure è chiaro perché sostenga che la Lega abbia il diritto di vendere l'Italia a Putin in cambio di 46 milioni di dollari che sarebbero stati versati illegalmente nei conti del partito attraverso una cresta sul prezzo del gas:

1 commento