Magnum e lo spot ambiguo che ha fatto infuriare il web



«Un abbraccio per il mio ragazzo. Questo è il mio piacere colpevole. Perché nel mio paese, solo un semplice abbraccio con l’uomo che amo potrebbe portarmi in prigione per più di 10 anni». È questo il testo dello spot pubblicitario diffuso su Spotify dalla Magnum che ha creato molte polemiche da parte di chi non comprende perché l'amore dovrebbe essere ritenuto «colpevole» quasi si strizzasse l'occhio alla criminalizzazione dell'omosessualità.
Un portavoce di Unilever, società proprietaria del marchio Magnum, si è difeso sostenendo che non si voleva associare la colpevolezza di mangiare un gelato con l’essere arrestati perché omosessuali ma «ricordare alla gente che ciò che è considerato un piacere colpevole non è sempre quello che ti aspetteresti».
Lo spot incriminato è comunque stato ritirato.
2 commenti