Regno Unito. Giudice rigetta la richiesya d'asilo di un migrante gay perché non abbastanza “effemminato”



È accaduto nel Regno Unito, dove un giudice ha rifiutato la richiesta d’asilo di un migrante perché «non si comportava da gay e non si guardava intorno nella stanza in maniera effemminata».
A denunciare l'accaduto è l’avvocatessa Rehana Popal, la quale spiega su Twitter che «Sto leggendo la decisione di un giudice che sembra arrivare dal XVI secolo (vi rivelo che siamo nel 2019). Il giudice ritiene che il richiedente asilo non sia credibile perché “il suo comportamento” non era abbastanza gay e non si guardava intorno nella stanza in maniera abbastanza effemminata».
1 commento