Salvini: «Io ultimo e umile testimone dellaMadonna»



Matteo Salvini non solo ha messo l'Italia nella merda per perseguire le sue ambizioni e i suoi interessi personali, ma ha pure ostentato il suo consueto bullismo mentre faceva li sbruffoncello durante il discorso di Conte (ridendo sguaiatamente quando gli è stato fatto notare che avrebbe dovuto rendere conto del Russiangate al Senato). Appresa la crisi di governo, in risposta al Presidente del Consiglio che lo aveva criticato per l'uso dei simboli religiosi a fini di propaganda, ha risposto: «Gli italiani non votano in base a un rosario, ma con la testa e con il cuore. La protezione del cuore immacolato di Maria per l'Italia la chiedo finchè campo, non me ne vergogno, anzi sono ultimo e umile testimone».
Da decine di giorni cento migranti sono da lui tenuti in ostaggio per il suo profitto personale ed ora si deve pure sopportare un violento che cita Giovanni Paolo II e la Madonna per il suo profitto personale.
Prima dell'inizio del discorso Conte, Salvini ha pure operato il suo solito rituale che lo porta a baciare rosari davanti alle telecamere.
7 commenti