Salvini mette alla gogna tre croati. Il sindaco leghista: «È gente che non ha la nostra educazione»



Non passa giorno senza che il ministro Matteo Salvini non tenti di aizzare all'odio razziale i suoi proseliti, sostenendo che gli stranieri dovrebbero essere ritenuti inferiori ad un Borghezio o ad un Pillon. Ed è sui sui canali di propaganda social che il ministro scrive:


La "fonte" della notizia è ovviamente Il Giornale, da anni impegnato in una strenua promozione dell'odio razziale finalizzata al tornaconto leghista, peccato che l'immagine propinata dal leader leghista sia stata studiata per far apparire i fatti diversi da ciò che sono. Quella non è una fontana così come qualcuno potrebbe pensare data l'indignazione manifestata dal leghista, così come pare difficile is possa parlare di «centro» in riferimento a questo molo:


E il tutto pare evidente se si guarda l'immagine nella sua interezza:



Se è surreale che un ministro si occupi di tre ragazzi che lavano gli indumenti al porto, ancor più surreale è ciò che che riporta riporta l'articolo de Il Giornale in una bieca strumentalizzazione dei fatti:

Come spiega l'emittente locale Tele4, i protagonisti sono tre migranti giunti dalla Croazia che alle forze dell'ordine si sarebbero giustificati dicendo: "Pensavamo fosse una piscina".
"Siamo appena arrivati dall'Afghanistan, è il nostro primo giorno qui. Non sapevamo ci fosse un divieto -ha spiegato uno dei tre-. Volevamo solo fare una doccia e lavare i nostri vestiti". "Ora andremo dalla Polizia per chiedere asilo e trovare una struttura di accoglienza per capire se ci mandano da qualche parte a dormire", ha continuato un altro giovane.
Prima tappa italiana della rotta migratoria che passa dai Balcani, Trieste ha vissuto spesso situazioni di degrado. "Non sono al corrente di quanto accaduto stamani - ha commentato al Piccolo il sindaco della città, Roberto Dipiazza -, ma con loro siamo abituati a tutto. Ormai non c'è fine a questo tipo di degrado. D'altra parte è gente che non ha la nostra educazione".

Insomma, dice che i croati sono inferiori a lui perché il ministro leghista che trangugia chili di Nutella, che guida ruspe e che non mette la giacca quando va alla camera ardente di un militare sarebbe più educato di loro.
3 commenti