«A 16 anni può andare a bettere, l'età l'ha!». Licenziato il vice-allenatore della giovanile del Grosseto



Sarà che il populismo ha sdoganato l'idea che i social network possano essere usati per dare sfoggio di ogni più perversa forma d'insulto e di odio, ma dato che non tutti godono dell'immunità dei Salvini, finalmente qualcuno viene chiomato a rendere conto delle proprie azioni. È il caso vice allenatore dei Giovanissimi del Grosseto Calcio, licenziato in tronco per aver pubblicato su Facebook un commento sessista in cui dava della «tr*ia» a Greta Thunberg mentre sosteneva che una ragazzina di 16 dovrebbe prostituirsi al posto di condurre battaglie civili:


«Abbiamo licenziato Casalini -spiega in una nota l'Unione sportiva Grosseto 1912- per un comportamento non consono alla linea tracciata dalla società che punta sui valori morali prima ancora che sui valori tecnici. Vista la gravità di quanto affermato dal signor Casalini, la società ha provveduto a sollevare lo stesso dall'incarico con effetto immediato, dissociandosi completamente dalle affermazioni lette su Facebook, riservandosi di procedere per vie legali per tutelare la propria immagine nelle sedi opportune».
Dal canto suo, secondo un copione tutto italiano, l'autore del messaggio ora chiede scusa e spergiura che lui non voleva dire ciò che ha chiaramente detto.
3 commenti