Il Giornale e Libero puntano sull'omofobia per denigrare il nuovo governo



Secondo Il Giornale, la mancata discriminazione verso le famiglie gay sarebbe un attacco verso imprecisate "famiglie" che non potranno più sostenere di essere "ariane" in virtù del loro orientamento sessuale. E Libero aggiunge pure che chi non discrimina intere porzioni di popolazione debba essere ritenuto "pro-gay", proponendo tale accezione quasi fosse un insulto.
È dunque con scarsissima fantasia e grande omofobia che i due quotidiani fili-leghisti di estrema destra puntano sull'odio per denigrare un nuovo governo che rischia di non dispensare più morte e discriminazioni secondo i loro più perversi desideri:





Tra insulti, generalizzazioni ed offese, pare che l'estrema destra riconfermi quella loro ideologia per cui tutto è fatto contro qualcuno e mai per qualcosa.
3 commenti