Il proprietari del Papeete Beach sotto inchiesta per attività abusive



Lo stabilimento balneare che Salvini aveva trasformato in una succursale del Viminale operava abusivamente. Di proprietà dell'europarlamentare leghista Massimo Casanova, il "Papeete Beach" è sotto processo a Ravenna per apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento, essendo stato trasformato nel 2016 in una vera e propria discoteca all'aperto priva di autorizzazioni.
Sotto accusa c'è la console ripetutamente usata anche da Salvini e la pista di ballo con le cubiste a cui l'ex ministro aveva chiesto di dimenare le tette sulle note dell'inno di Mameli.
1 commento