Il quotidiano di Belpietto difende chi inneggia all'uccisione dei migranti



Secondo il quotidiano filo-leghista di Maurizio Belpietro, i suoi lettori dovrebbero ritenere vergognoso che un professore universitario sia stato allontanato dall'ateneo per aver asupicato l'affodamento una nave di salvataggio piena di esseri umani. E quella tifoseria per chi inneggia al genocidio viene pure condita con i termoni usati da neofascosti e salviniani al fine di peomuovere paure irrazionali contro una fantomatica «invasione».
Il bello è che questi sono quelli che sventolano rosari sbraitando che si sentono molto "cristiani" nel loro odio contro-natura.
1 commento