Il senatotre di Forza Italia si appella alla Madonna e a San Pio di Petrelcina contro le adozioni gay



Scimmiottando la moda di usare simboli cristiani per scopi politico inaugurata da Matteo Salvini, è durante la discussione della fiducia per il governo Conte-bis che il senatore forzista Marco Perosino (il quale dichiara 132.877 euro di reddito nel 2019 contro i 29.00 dell'anno precedente senza specificare se la differenza sia stata a carico dei contribuenti italiani) se n'è uscito dichiarando che contro il governo «pregherò la Madonna, San Francesco e Santa Caterina, San Pio di Petrelcina» in quanto ritiene che il nuovo esecutivo approverà «droga libera, suicidio assistito, utero in affitto, adozioni gay… Tutte perversioni contro natura. Non portateci all’Apocalisse».
2 commenti