Il sindaco evangelico di Rio De Janeiro chiede un'incostituzionale censura ai baci gay



È tirando in ballo il suo definirsi «cristiano evangelico» che il sindaco di Rio De Janeiro, Marcelo Crivella, ha preteso la censura di un albo degli Avengers dal festival del libro per la presenza di una vignetta che raffiugurava il bacio tra due uomini.
Al solito, l'evangelico ed ex vescovo della Chiesa universale del Regno di Dio ha sostenuto di voler «proteggere i nostri figli» da «contenuti non adatti ai minori», ma l'unico effetto che ha ottenuto è stato un boom di vendite dei biglietti della biennale.
In un video pubblicato su Twitter, sosteneva non fosse «giusto che i bambini abbiano accesso ad argomenti non adatti alla loro età» e si è messo a sbraitare che i gay sarebbero «vittime di un terribile male» e che le loro vite debbano essere ritenute inadatte ad un pubblico di minorenni. Ed ancora, mostrandoci la ferocia di cui i fondamentalisti sono capaci, il sindaco aveva ordinato il sequestro di tutte le copie del libro "Avengers: The Children’s Crusade", edito nel 2010 e contenente un bacio tra i supereroi Hulkling e Wiccan.
Felipe Neto, un popolare YouTuber brasiliano che vanta oltre 34 milioni di followers, ha acquistato 14 mila libri su temi LGBT e li ha distribuiti gratuitamente al salone. Inoltre il quotidiano più importante del Brasile, Folha de São Paulo, ha pubblicato la vignetta incrinata sulla sua prima pagina, esponendola sui chiostri di tutto il Paese:



E per quanto gli omofobi siano divenuti sempre più aggressivi data la presenza al potere di Jair Bolsonaro, la Corte Suprema brasiliana ha dichiarato illegale il divieto di qualsiasi pubblicazione LGBT. Il procuratore Dias Toffoli la infatti sottolineato come la decisione di Crivella sia in violazione della garanzia costituzionale dell'uguaglianza per tutti.

Immagini: [1] [2] [3] [4]
Commenti