La giunta Fedriga si rifiuta di finanziare 15.000 euro per il progetto anti-bullismo omofobico nelle scuole



Dopo aver foraggiato e patrocinato le organizzazioni forzanoviste che hanno portato a verona il peggio dell'integralismo anti-gay, la giunta Fedriga ha cancellato i finanziamenti ai progetti di contrasto al bullismo omofobico nelle scuole. Evidentemente ai leghisti frega assai poco dei bambini che non possono eresse esibiti sul palco di Pontida per finalità propagandistiche, sempre ammesso che non privino piacere nel sapere di aver contribuito a renderli vittima di inumane violenze.
E chissà se i fondi siano venuti a mancare come conseguenza di quelle sue politiche che mirano a sperperare donate pubblico nella costruzione di un inutile muro di cinta che servirebbe unicamente a fomentare paure infondate per cercare di trarne un profitto personale.
Fatto sta che, dopo dieci edizioni e 12.357 studenti raggiunti grazie a 5.317 ore di volontariato, il progetto "A scuola per conoscerci" si è vista negare la richiesta di un esborso irrisorio da soli 15.000 euro. Evidentemente Fedriga reputa che la vita di una adolescente gay non valga un investimento che, suddiviso sui 1,218 milioni di abitanti del Friuli Venezia-Giulia, equivarrebbe a 0,0012 centesimi procapite.
1 commento