La Lega dichiara che Salvini ha mentito al popolo italiano: «I lager in Libia esistono e i migranti venivano torturati»



I lager in Libia esistono, sono finanziati dal governo italiano e sono stati incentivati da Matteo Salvini. Dopo mesi trascorsi a spergiurare che Tripoli dovesse essere ritenuto un «porto sicuro» in cui deportare i naufraghi, è nell'intenzione di fomentare odio contro Carola Rackete che i leghisti stanno firmato messaggi in cui paiono dare per scontato che tutte le affermazioni del loro leader fossero bugie:


Se non si capisce perché mai la capitana Rackete dovrebbe scusarsi con gli italiani nell'aver salvato vite umane da quelle torture che Salvini finanziava con i nostri soldi, ancor più se si considera che è il Viminale (gestito proprio da Salvini) a non aver effettuato le verifiche sui naufraghi che le Ong hanno semplicemente salvato da morte certa.
E se gli elettori della Lega non paiono preoccupati dall'apprendere di essere ingannati e di essere stati complici di stupri e torture, qualcuno pare pure sottolineare come lui non abbia problemi con quell'orrore sino a quando il suo Salvini gli farà credere che il sacrificio di quelle vite potrebbe portare fantomatici guadagni economici:


Non solo è prevedibile che questi staranno i primi a lamentarsi quando non ci sarà più nessuno disposto svolgere quei lavori che gli italiani non vogliono più fare, ma pare curioso osservare con quanta foga ripetano le invettive di Salvini contro «i ricconi» nonostante lui sia molto più ricco di loro e abbia investito all'estero gran parte dei suoi risparmi.
Chissà se il signore ripeterebbe la stessa litania se scoprisse che il suo Salvini, oltre a percepire centinaia di migliaia di euro di denaro pubblico per andarsene alle sagre della porchetta, risultando possessore di 3mila azioni di grosse aziende energetiche come A2A, Enel e Acea oltre che ad altre 3mila investite in BG Selection, una Sicav di Banca Generali che ha però sede a Lussemburgo, il paradiso fiscale europeo.
Già, il "sovranista" del "prima gli italiani" preferisce investire nel paese di Junker quando si tratta dei suoi soldi e non dei risparmi risparmiati per una vita da un qualche cittadino...
1 commento