Torino. Il 4 ottobre Silvana De Mari dovrà comparire davanti all'Ordine



Il 4 ottobre la fondamentalista Silvana De Mari sarà convocata dall'Ordine dei Medici di Torino per rispondere delle affermazioni ascientifiche da lei rilasciate durante alcuni comizi di estrema destra. La signora sostiene che l'omosessualità sarebbe «un comportamento appreso che può essere disappreso», così come dalle pagine del quotidiano di Maurizio Belpietro invitò i genitori a non accettare i loro figli gay.
La De Mari sarà difesa dagli avvocati Martini e Babini dei Giuristi per la vita i quali dichiarano di voler sostenere che nell'esporre evidenze scientifiche dovrebbe essere riconosciuta una fantomatica «libertà di espressione» a chi si inventa una «verità» alternativa basata sui propri pregiudizi.
Oltre a chiedere soldi, l'organizzazione di Gianfranco Amato chiede anche di essere sostenuta «con la preghiera» in quel loro solito abuso politico e propagandistico della religione.
2 commenti