Il sindaco di Ferrara precisa che il suo patrocinio è veicolato all'adesione alla censura del partito leghista. Arcigay rifiuta



Il coming out non favorirebbe più la GpA come precedentemente sostenuto dal sindaco leghista di Ferrara ed ora Alan Fabbri avrebbe deciso di concedere il patrocinio del Comune all’evento organizzato in città per festeggiare il Coming Out Day.
Il quotidiano Estense.com riporta anche una dichiarazione del sindaco in cui si sostiene che Arcigay avrebbe rivisto il programma dell’evento. Peccato che Arcigay smentisca:

Ci teniamo a sottolineare come il nostro progetto non sia stato in alcun modo rivisto, in quanto nella giornata dedicata al coming out non sono mai stati previsti interventi sulla maternità surrogata, né tantomeno il progetto ha mai contenuto nessun accenno alla maternità surrogata.

Dato che il leghista dice di veicolare i suoi patrocini sulla base dell'adesione alla censura imposta dal partito leghista, Arcigay ha deciso di rifiutarlo:

Chiarito questo, pur apprezzando il gesto del sindaco Fabbri e senza voler fare alimentare ulteriori polemiche, SCEGLIAMO DI RINUNCIARE AL PATROCINIO. Perché l'adesione a un evento non può presupporre forme di censura preventiva. Lo facciamo per rispetto alla nostra associazione, ai nostri associati e ai nostri ospiti e soprattutto per rispetto alla libertà di pensiero ed espressione. Due principi ai quali non saremo mai disposti a rinunciare.
Commenti