Lo jihādista vicino a CasaPound: «Sgozziamo i buonisti che aiutano bimbi impuri»



Basta osservare il suo profilo per capire che il soggetto risulta vicino a Ordine Futuro ed altre realtà riconducibili a CasaPound. Apprezza il bullismo della sua Francesca Totolo contro Greta Thunberg e loda i programmi televisivi di Mario Giordano, quasi come se le sue pagliacciate finalizzate ad aizzare rabbia sociale lo facessero sentire meno solo nel suo odio.
Letteralmente eccitato dalle speculazioni su Silvia Romano pubblicate da Il Giornale (il quale sostiene che la donna possa essere stata costretta a sposarsi), il camerata pare godere all'idea di poter esternare il suo odio razziale sui social network. Auspicando stupri e sgozzamenti contro chi aiuta quelli che lui sostiene siano bambini «impuri» perché dalla pelle scura, scrive:
















Il soggetto torna dunque a dimostrare come l'estrema destra italiana sia molto simile a quell'integralismo islamico che loro cavalcano per fomentare odio contro interi gruppi sociali. In fondo sbraitano contro il velo islamico mentre chiedono la sottomissione femminile al congresso leghista di Verona; parlano di rispetto per la donna mentre Salvini la rappresenta come una bambola gonfiabile durante i suoi comizi; sbraitano contro chi vive in un regime ma poi esigono leggi leghiste che liberalizzato la vendita di fucili e, mentre dicono che il contrasto al femminicidio toglierebbe «virilità» all'uomo, sognano norme che impongano chi si possa sposare, come si possa nascere e con tra quali sofferenze si possa morire...
Tra lodi a Hitler, odio razziale e esternazioni d'odio contro la senatrice «giudea» che dice meritasse di essere sterminata durante l'Olocausto, il violento scrive anche:










Interessante è anche osservare come l'odio verso i meridionali torni sempre, anche se oggi Salvini vuole i loro voti dopo aver rimodulato il capro espiatorio contro cui inveire per profitto. Ma chi vive d'odio troverà sempre un pretesto per odiare e nessuno verrà risparmiato dalla loro ferocia.
Commenti