L'odio non ha freni: impiccano il fantoccio di Greta Thunberg sotto un ponte di Roma



Pare surreale vivere in un'epoca in cui anche l'impegno ecologista può provocare reazioni così violente da parte di una ben precisa area politica. Un fantoccio che rappresenta l'attivista Greta Thunberg, con treccine e mantellina anti-pioggia, è stato impiccato sotto al ponte in via Isacco Newton, a Roma.
L'azione è stata rivendicata da un gruppo denominato "Gli svegli" che su Facebook minacciano: «Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma. Il manichino ha la sua faccia e perfino le sue trecce. Seguiranno altre azioni».
«Vergognoso il manichino di GretaT hunberg ritrovato appeso a un ponte nella nostra città. A lei e alla sua famiglia la mia solidarietà e quella di tutta Roma. Il nostro impegno sul clima non si ferma», scrive su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi. Intanto la Procura di Roma ha avviato un'indagine per minacce aggravate.
Solidarietà all'attivista è stata espressa da tutti i partiti di centro-sinistra, mentre tra le fila della destra e dall'estrema destra pare regnare un assordante silenzio e una totale mancanza di condanne al gesto.
5 commenti