Le nuove offese di Mirko De Carli: «Quelli di Gayburg se la vorrebbero spassare con me»


Mirko De Carli, in qualità di esponente del partito omofobo di Mario Adinolfi, ha pubblicato un post che risulta altamente offensivo e lesivo della nostra reputazione e del nostro prestigio. Lanciandosi in insinuazioni a sfondo sessuale che veicolano teorie che a noi appaiono profondamente diffamatorie, il consigliere comunale di Riolo Terme afferma che noi vorremmo portarcelo a letto:



Nulla di nuovo, dato che l'esponente di un partito omofobo ha tutto interesse ad associare i gay al sesso secondo prassi dei gruppi omofobi. E pazienza se poi è lui a stare sui palchi elettorali insieme a Berlusconi e Salvini, che in tema di ex-mogli e di fidanzatine non paiono essersi fatti mancare nulla.

Grave è anche l'accusa di essere "ossessionati" dalle tante fotografie in cui si è spogliato per i suoi elettori, anche se non è certamente colpa nostra se sul suo profilo ci ci un così altro numero di scatti che lo ritraggono mezzo nudo da poter fare concorrenza ai performer di OnlyFans:



In quel post, raccontavamo di un messaggio in cui l'sponente del partito di Mario Adinolfi si vantava di essere in piscina mentre le donne erano in cucina a preparargli da mangiare. QUello scatto, preso dalla sua pagina da personaggio politico pubblico, dava rappresentazione di quello. Anzi, lo mostrava con quel telefono che il suo partito è solito usare nelle loro fotografie elettorali:



Tra i commenti, De Carli sbeffeggia la "sacralità" asserendo che sarebbero "parole sante" quelle in cui un suo proselito sostiene che avremmo fame perché nessuno ci "prepara da mangiare". Forse non sanno che anche gli uomini possono cucinare:



Angeli Giambelli, in qualità di esponete del gruppo Ora et labora che prega contro le donne davanti agli ospedali, esponente locale di Provita Onlus ed ex candidato del partito di Mario Adinolfi, si inventa che l'omosessualità porterebbe al suicidio, che vada ritenuta un "comportamento" e non una caratteristica naturale e che chi non è omofobo andrebbe accusato di istigazione al suicidio:



Un'altra signora pare ambire ad una querela per diffamazione aggravata asserendo che noi non saremmo normali:



Aizzati da De Carli, i suoi si lanciano nelle solite offese gratuite:



Solo una tizia pare aver capito che quel post parlava del suo dirsi sempre impegnato tra pranzi, bevute di superalcolici e piscine. E sono loro a pensare al suo fisico, dato che non esiste un solo post in cui facciamo commenti al riguardo:



Il fatto che De Carli risponda alle idee con bassissime insinuazioni a sfondo sessuale, commentando un post in cui si parlava delle sue teorie sul ruolo femminile con affermazioni alquanto squallide, non pare normale. Ancor più se si è parte di un partito che già in passato incitò i propri proseliti contro di noi al punto da spingerli a firmare esplicite minacce di morte.


Update 20:00. Sinceramente non abbiamo compreso il senso della frase scritta da De Carli contro un nostro post, anche se il plauso del pastore evangelico Luigi Carollo ci fa pensare fosse un qualcosa che avesse il fine di offenderece. Fatto sta che il consigliere comunale di Riolo Terme ed esponente del partito omofobo di Mario Adinolfi, scrive:



Una sua proselita sostiene che noi lo avremmo offeso, anche se non ci risulta che esprimere dissenso dalle sue idee costituisca offesa. E subito dice che se De Carli si sente offeso da chi critica le sue affermazioni, allora avrebbe ogni diritto di offendere gli altri con becere insinuazioni a sfondo sessuale:



Ovviamente De Carli rincara la dise, definendoci "quattro gatti spelacchiati".

I commenti proseguono con l'arrivo del solito Attilio Negrini si palesa, il quale torna a diffondere le fake news inventate da Zaira Bartucca riguardo agli autori di Gayburg (che peraltro sono già oggetto di indagini da parte delle Procure(:



Nel suo messaggio, Negrini ci diffama cone sua abitudine e tenta di sostenere che per essere felici bisognerebbe far sesso con donne. Ed è curioso sostenga che chi non si porta a letto una donna dovrebbe "convertirsi", in quella sua abitudine ad usare la religione come strumento di offesa. Affema poi che De Carli sarebbe il detentore della "verità"...
Commenti