Secondo la Corte di Appello di Torino, è fatto obbligo avere un papà maschio e una mamma femmina come dice Salvini


Secondo la Corte di Appello di Torino, un bambino non può avere due mamme. Può avere papà che picchi mamma, può avere mamma che tace mentre lo zio li stupra, ma deve obbligatoriamente avere un genitore maschio e un genitore femmina come Salvini comanda.
La sentenza emessa dalla Corte ha confermato la decisione dei giudici di primo grado di rigettare la trascrizione delle mamme di due gemelli avuti tramite fecondazione eterologa in Spagna. I loro figli saranno resi orfani di madre in vita.
I giudici sostengono che le due madri non abbiano diritto a essere riconosciute come tali nell'atto di nascita, visto il divieto di accesso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita alle coppie di persone dello stesso sesso (articolo 5, legge 40 del 2004). In più, hanno condannato la coppia al pagamento delle spese di giudizio, pari circa 4.857 euro a favore del Comune di Trofarello.

Secondo l’avvocata Filomena Gallo, difensore della coppia e segretaria nazionale dell’Associazione Luca Coscioni: "La decisione della Corte d’Appello non sembra essere stata adottata a tutela dell’interesse dei minori, anzi sembrerebbe una decisione che rispetta l’orientamento politico attuale privo di effettivo fondamento normativo. Ne è un chiaro segnale la pesante condanna al pagamento delle spese di giudizio disposta dai giudici".
1 commento