Belpietro scaglia De Mari e Borgonovo contro la commissione Segre


Maurizio Belpietro pare furioso al pensiero che le chat antisemite dei giovani di Fratelli d'Italia possano essere oggetto di indagini da parte della commissione Segre. E così, ha schierato Francesco Borgonovo a Silvana De Mari in loro difesa.
Mentre Borgonovo sostiene che la responsabilità di quanto scritto nelle chat di Fratelli d'Italia sarebbe da attribuire agli odiati mussulmani e all'odiata sinistra, l'ex dottoressa radiata dall'Ordine die medici sostiene che gli ebrei saranno "distrutti" da chi critica chi li odia e li vorrebbe riportare nei campi di sterminio:



Non è chiaro su che base dicano che gli insulti sarebbero falsi, ma è evidente che si stiano arrampicando sugli specchi dato che a segnalare quei fatti alla commissione è stato l'ex deputato Elio Vito. Quindi perché citano un qualcosa che non è causa di ciò che dicono sarebbe stato "inventato" per portare a quella conseguenza?

Commenti