La ceccardi continua ad essere invitata in tv a sparare a zero contro gay e mussulmani


Sarebbe auspicabile che qualcuno potesse invitare la leghista Ceccardi per chiederle che fine hanno fatto quei 49 milioni di euro che il suo partito ha rubato agli italiani. Ma la stampa asservita preferisce invitarla in televisione col fine di permetterle di recitare i suoi slogan propagandistici.
Pare infatti indicativo che la signora possa anticipare quello che le verrà chiesto prima ancora che sia stata intervistata, certa che lei verrà portata in studio per sostenere che i Pride andrebbero odiati o che sarebbe per le donne che lei incita odio religioso:



D'altronde è un copione che si ripete ad ogni puntata, dive dove viene invitata a ripetere sempre le stesse cose. Ed al pari della pornostar promossa da Salvini (ossia quella signora che chiede soldi per bestemmiare davanti a padri di famiglia infoiati che lei invita a masturbarsi davanti alle sue fotografia) che tentava di sostener che i gay discriminerebbero quei gay di destra che incultano chi partecipa ai pride:



Peccato che, prima di diventare omofoba in onore di Putin, la Lega avesse un gruppo gay chiamato “Los padanos” che partecipava ai Pride a nome del partito. La Lega voleva anche il matrimonio egualitario, anche se erano i tempi in cui odiavano Le Pen, non volevano alleanze con i fascisti e sostenevano che Berlusconi fosse un mafioso.
1 commento