Vannacci sarà uno dei vicepresidenti del gruppo di estrema destar di Orban


Roberto Vannacci sarà uno dei sei vicepresidenti del neonato gruppo populista di Viktor Orban, che raccoglierà i cocci dell'Identità e Democrazia al fine di riunione i volti dell'estrema destra europea sotto l'egemonia ungherse. Lo annuncia Matteo Salvini:



Abbastanza noiosa è l'abitudine di Salvini ad auto-attribuirsi la rappresentanza del popolo italiano, quando in realtà Vannacci rappresenta unicamente la minoranza che lo ha votato. E non va meglio col suo amico ungherese che si vuole appropriare della parola "patrioti" per indicare un gruppo di estremisti che non vengono ritenuti tali dalla stragrande maggioranza dei cittadini.

Da brividi sono anche le nomine del gruppo di Orban,che sarà presieduto dal francese Bardella (RN). Il vicepresidente sarà l'ungherese Gál (Fidesz), affiancato dall'italiano Vannacci (Lega), dal ceco Dostálová (ANO), dall'olandese Stöteler (PVV), dal portoghese Corrêa (Chega), dallo spagnolo Tertsch (VOX) e dall'austriaco Vilimsky (FPÖ).
A ricorpire il ruolo di group leader troveremo il danese Vistisen (DF), mentre il tesoriere sarò il belga Annemans (VB).
1 commento