Fascisti vandalizzano il centro LGBT di Barcellona



Ad una sola settimana dall'apertura, il centro LGBT di Barcellona è stato vandalizzato da ignoti. Tra le vetrine infrante e le scritte sui muri, evidenti sono i simboli della destra neofascista.
Migliaia di cittadini si sono recati davanti al centro per manifestare la loro solidarietà. Il sindaco, Ada Colau Ballano, ha commentato: «Oggi questa città ha inviato un messaggio chiaro e diretto: l'odio non è il benvenuto. Non ci sarà impunità».
4 commenti