Provita Onlus tira in ballo i bambini per inveire contro il Pride di Disneyland



Secondo la dialettica di Toni Brandi, ogni sua singola pretesa integralista dovrebbe essere considerata un qualcosa che viene fatto in nome dei bambini. La sua organizzazione va in giro a raccontare che torturare un minore ed infliggergli inimmaginabili sofferenza verrebbe fatto «per i bambini» anche se in realtà è lui a volerlo. Dice che togliere tutele e protezione agli adolescenti lgbt verrebbe fatto «per i bambini» anche se in realtà è lui a volerlo. Ed è così per ogni altra sua pretesa, dalla promozione del razzismo alla sistematica discriminazione di alcune famiglie: lui dice sarebbero tutte vessazioni operate «per i bambini» anche se non serve particolare intelligenza per poter comprendere che un bambino che viene bullizzato o un minore a cui verranno negate pari dignità difficilmente lo ringrazieranno per il male che lui gli ha inflitto dicendo che lo faceva per loro.

L'ultima follia della sua organizzazione è una crociata contro il pride che verrà celebrato a Disneyland Paris. In un articolo intitolato faziosamente "Firma contro la propaganda Gay della Disney sulla pelle dei bambini", l'organizzazione forzanovista finanziata e patrocinata dalla lega di Matteo Salvini se ne esce dicendo:

Chi non ha visto i celebri cartoni e film di Walt Disney da piccolino? E chi non vorrebbe che i propri figli possano continuare a godersi le creazioni degli autori di Topolino e compagnia? Ebbene, seguire la Disney è diventato difficile da quando la società partecipa nella propaganda LGBT. L’ultima notizia ne è la conferma lampante…
Per la prima volta nella sua storia, Disneyland Parigi farà diventare il “Magical Pride” un evento ufficiale di Disney: infatti un vero e proprio “Gay Pride” avrà luogo il 1° giugno 2019 nel noto parco. La Disney si rivolgerà quel giorno principalmente alla comunità gay, lesbica, bisessuale e transgender, aderendo ufficialmente alla causa LGBT.
La notizia è gravissima se pensiamo quanto la Walt Disney Company tocchi da vicino i bambini e quale “potere” abbia su di essi. I cartoni preferiti dei nostri figli saranno contaminati dalla propaganda LGBT? Già l’anno scorso la Disney aveva pubblicizzato le “orecchie arcobaleno di Topolino”, e ha più volte ospitato – in modo non ufficiale – diversi “Gay Day”. Inoltre le ambiguità di alcuni cartoni erano stati al centro del dibattito. Tuttavia, con l’annuncio del “Magical Pride” abbiamo superato il livello di allarme.
Firma, compilando il modulo, per protestare contro la decisione della Disney di realizzare ufficialmente il “Magical Pride”! Con questa petizione manderai un messaggio di protesta alla Walt Disney Company, chiedendo di ritirare il suo sostegno ufficiale al Gay Pride. Non possiamo permettere che una società di produzione con un tale “potere” faccia propaganda LGBT ai nostri bambini!

La truffa ideologica promossa da Provita Onlus appare evidente anche semplicemente osservando come la loro intera teoria si basi sul sostenere che possa esistere una fantomatica "propaganda" di un orientamento sessuale. E non meno patetico è come un'organizzazione che difende l'omofobia dicendo che la si dovrebbe ritenere una "Libertà di espressione" sia in prima linea nel chiedere la censura di chiunque non risulti conforme al loro pensiero unico e alla loro ideologia di morte.
1 commento