Un sondaggio indica nei politici italiani i più omofobi d’Europa



Un sondaggio condotto dall’Unione Europea indica nell’Italia è uno dei Paesi più omofobi e discriminatori d’Europa. Ma ancora più grave è come la politica funga da traino per quell'odio, con 91% degli intervistati che ha sottolineato come i nostri politici utilizzino un linguaggio discriminatorio e offensivo verso i cittadini lgbt. Nel resto d'Europa, la media è 44%. Se in Spagna si ferma al 40% e in Germania all’11%, persino in Polonia la percentuale è più bassa con l'83%, così come in Ungheria (68%) e Slovenia (73%). Solo la Lituania ci supera con uno il 92%.
Il 79% teme l'incitamento all’odio (contro la media europea ferma al 53%) e il 69% considera prassi le aggressioni a sfondo omofobo.
7 commenti