Andrew Scott: «Sostenere che una persona è quella e quello deve fare, è pericoloso»



Noto per aver rivestito il ruolo del Professor Moriarty nella serie televisiva Sherlock, Andrew Scott si è detto preoccupato per la china presa ad Hollywood e da quei fondamentalisti che vorrebbero impedire agli attori gay di poter ricoprire ruoli etero:

Credo che sia pericoloso pensare che ci sia permesso interpretare solo quel che ci appartiene, e non parlo solo della nostra stessa sessualità ma anche della nostra stessa nazionalità o identità, che ci sia permesso solo … rappresentare cose che fanno parte della nostra esperienza. Quando vai a vedere uno spettacolo, sei elettrizzato dal fatto che qualcuno stia fingendo di essere qualcun altro, questa è la magia. Altrimenti è solo una forma di televisione realistica ben realizzata. Penso che la gioia della narrazione sia che “questo non è reale”, è qualcosa che amiamo da quando siamo bambini, amiamo la trasformazione, e penso che sia molto importante non parlare di sessualità quando si parla di casting. Penso che dobbiamo guardare ogni situazione individuale e assicurarci che tutti abbiano la possibilità di interpretare tutte le diverse parti. Penso che percorrere la strada del ‘una persona è quella e quello deve fare’, sia pericoloso.
Commenti