Fratoianni: «Chiederemo a Conte perché patrocinerà un convegno anti-gay ed anti-donne con Forza Nuova e Alba Dorata»



Nicola Fratoianni non pare aver dubbi nel sostenere che «siamo alla follia» se «la presidenza del Consiglio dei Ministri patrocina la tredicesima edizione del World Congress of Families che si terrà a fine marzo a Verona».
Il riferimento è alla convention integralista organizzata dai forzanovisti di Provita Onlus, dalle varie sigle riconducibili alla lobby di Massimo Gandolfini e da svariati leghisti vicine alla fazione di Pillon. Fratoianni spiega come «il Congresso riunisce diverse sigle e fa capo all'associazione International organization families, in cui confluiscono estremisti di destra (da Forza Nuova ad Alba Dorata ecc), estremisti cattolici, anti-abortisti, anti-divorzisti, anti-femministi, attivisti contro i diritti degli omosessuali. Il World Congress of Families individua come cause del declino della "famiglia tradizionale" il divorzio, l'omosessualità e il lavoro femminile. Cioè le donne devono essere obbligate a stare a casa a fare figli, lavare e stirare, altrimenti si sfasciano le famiglie [...] In questi raduni sono coinvolte persone come Yelena Mizulina, presidente della Duma russa, firmataria di una proposta di legge per la depenalizzazione della violenza domestica. E cioè, se tuo marito o un tuo parente ti picchia in casa o ti fa violenza in casa, non è reato. E dietro questi signori, come spesso accade, ci sono potenti fondazioni miliardarie, oligarchi russi danarosi e generosi, cardinali, correnti religiose integraliste ben disponibili a finanziare eventi e campagne. Uno dei registi di questa ennesima operazione dell'internazionale di estrema destra, è Alexey Komow, russo, presidente dell'associazione culturale Lombardia Russia, da anni molto, molto vicino a Matteo Salvini e al suo cerchio magico.
Subito presenteremo un'interrogazione parlamentare al premier Conte. Siamo proprio curiosi di capire per quale ragione lo Stato italiano abbia patrocinato un congresso che propone simili oscenità, con il protagonismo di personaggi oscuri, finanziati da potenti lobby internazionali. E siamo altrettanto curiosi di sapere cosa ne pensino dalle parti del M5S di questa follia».
5 commenti