Parigi. Ventenne pugnalato a morte perché gay



Daniel è stato pugnalato morte perché gay. È accaduto a Parigi.
Il giovane era in viaggio da Châtelet a Villejuif con un amico di Nome Fred. Quest'ultimo è stato a bordo dell'autobus su cui stavano viaggiando ad ha accettato di incontrare l'uomo nel suo appartamento ed è qui che è stato colpito con una ferocia tale da farlo svenire. A quel punto l'uomo si è diretto nell'altra stanza, dove Daniel era al telefono, e lo ha pugnalato.  Il giovane ha cercato di fuggire buttandosi dalla finestra del primo piano, ma il suo corpo è stato ritrovato in strada senza vita.
Fred è sopravvissuto per miracolo ma ricorda solo frammenti dell'accaduto a causa dell'alcol che aveva bevuto quella sera.
L'organizzazione francese Stop Homophobie ha ricordato ai parigini la necessità di restare sempre vigili quando incontrano estranei «specialmente se si è in uno stato alterato». “Raccomandano anche di restare «in contatto regolare con una persona cara che potete contattare. Le imboscate sono diventate nuovi giochi alla moda. Stiamo attenti. Daniel, ci mancherai molto. Riposa in pace ovunque tu sia, continua a divertirti come sapevi fare in vita».
Commenti