È su ordine di Steve Bannon che Salvini ha inaugurato la sua dialettica contro il Papa



Steve Bannon è il re dei sovranisti europei. Per quanto possa appare una barzelletta, lo statunitense che è stato allontanato persino da Trump per il suo estremismo se n'è venuto in Europa a dettare legge, osannato da quelli che dicono di essere "sovranisti", "populisti" e "supremastiti" mentre cedono la sovranità dei loro Paesi al primo che si presenta davanti a loro con le valigie traboccanti di dollari.
È di lui e dei suoi rapporti con Matteo Salvini che si è occupata la puntata di ieri sera di Report.

Nei loro servizi, hanno raccontato di come Steve Bannon non ha mai perso una sola occasione per attaccare il pontefice, definendolo «un'espressione dell'élite globalista» e «difensore dei ricchi». Dice che Bergoglio sta premendo «decisioni che porteranno alla distruzione della Chiesa cattolica» e che lo si dovrebbe ritenere «un pericolo per l'Europa» ogni qualvolta cita l'invito all'accoglienza predicato da Gesù.
Secondo le ricostruzioni del The Guardian, Bannon avrebbe suggerito a Matteo Salvini di «attaccare il Papa e di incacarlo pubblicamente come un nemico». Pochi giorni dopo, Salvini si è fatto fotografare a Pontida con una maglietta anti-Bergoglio ed ha iniziato ad attaccare quotidianamente il pontefice.
I punti di riferimento dei sovranisti sono infatti il cardinale ultra-integralista Raymond Leo Burke, il cardinale Gerhard Ludwig Müller che non perde occasione per sostenere esisterebbe una non meglio precisata «lobby gay» in Vaticano e il cardinale Edwin Frederick O'Brien, molto vicino a Donald Trump. E tutti sono soci della fondazione Dignitatis Humanae Institute.
La tesi dell'istituto è che Bergoglio «parli troppo di politica di sinistra ed escluda i buoni cattolici di destra». Eppure è proprio a lui l'associazione Dignitatis Humane si è rivolta per ottenere in concessione la Certosa di Trisulti, anche se nella lettera firmata dal cardinale Raffaele Martino, non si fa alcun riferimento alla creazione di una scuola di formazione sovranista gestita da Bannon, ma si sostiene vogliano sviluppare il concetto di «dignità umana» attraverso la creazione di «una comunità religiosa secondo il carisma francescano».


1 commento