La polizia nega la matrice religiosa, ma Giorgia Meloni la spergiura pur di invocare una pulizia etnica degli islamici



Giorgia Meloni dice di sentirsi molto «cristiana» mentre inveisce contro chi salva vite umane nel Mediterraneo o mentre invita i suoi seguaci a sfanculare l'invito all'accoglienza predicato da Gesù. Ama accusare gli islamici di voler fare «una guerra di religione» mentre annuncia che lei farà guerra a qualunque non si sottometta a quella che lei sostiene sarebbe al supremazia della sua religione sulle altre, incurante di come non ci sia nulla di meno cristiano della sua politica.
Intenzionata a mentire a scopo propagandistico in quel suo sostenere che croci e madonnine servirebbero esclusivamente a legittimare il suo sfrenato odio contro il prossimo, è invitando all'odio religioso che la leader di Fratelli d'Italia scrive:


Se forse non stupisce che l'organo di stampa ufficiale del suo partito si mostri incline a riscrivere la realtà secondo i desideri discriminatori della loro leader, surreale è come la sedicente "cristiana" votata al culto del razzismo non esisti a giurare su Dio e sulla Madonna una "verità" che è stata ampliamene smentita dalla polizia. Il tutto, presumibilmente, solo perché spera che incitare l'odio religioso possa portarle viti da parte di neofascisti e nostalgici. Quando si dice vendere l'anima al diavolo....


Mentre Giorgia Meloni è tutta impegnata ad incitare odio contro gli islamici, sostenendo che l'Europa debba essere riservata esclusivamente a chi si dichiara opinabilmente «cristiano» e votato al sovranismo dai lei predicato a sfregio di Gesù Cristo, è sempre lei a dire che nel resto del mondo i cristiano dovrebbero poter cercare di fare quello che lei non vuole sia fatto dagli islamici in Europa.
E se è legittimo il sostenere che qualunque persona dovrebbe essere lasciata libera di poter professare la propria fede ovunque si trovi, ipocrita è il suo sostenere che i sedicenti «cristiani» debbano valere più degli altri mentre cerca di sfruttare politicamente un odio religioso molto simile al suo per giustificare quello che ha tutta l'aria di essere becero razzismo:


Insomma, «difendiamo la libertà religiosa» ma impediamo che gli altri possano essere liberi di professare la loro religione se non sono parte della sua squadra.
2 commenti