La Rai giallo-verde suddividerà i programmi «per maschi» da quelli «per femmine»



La Rai di Marcello Foa si avvia ad una ridefinizione aziendale basata sulla strenua promozione degli stereotipi di genere teorizzati dalle lobby integraliste filo-leghiste del congresso di Verona. Spariranno RaiPremium e RaiMovie, facendo spazio a Rai6 per il pubblico femminile e ad una nuova Rai4 per quello maschile.
Non è chiaro che cosa i leghisti intendano per «programmi al maschile» e «programmi al femminile», ma pare evidente il tentativo di specificare che non siano le persone a scegliere i propri interessi quanto lo stereotipo che il leghismo vorrebbe fosse imposto loro in base al sesso di nascita, così le donne la smetteranno di rompere le scatole se Pillon vuole azzerare i loro diritti per affermare quello che lui sostiene sarebbe il "diritto" al predominio che spergiura detiverebbe da quell'escrescenza che dice di avere fra le gambe.
Quindi, in ode alla sua ideologia medioevale, si sanciranno rigidi ruoli sociali sociali in cui alle femminucce verranno propinati solo programmi di cucina ed uncinetto mentre all'italico maschio verrà suggerito come usare la forza fisica conyro gli altri. E si sancirà anche che è sbagliato avere passioni o interessi da quelli che Gandolfini e Coghe dicono siano quelli consentiti in base al proprio sesso di nascita.

La mossa pare giustificabile solo in nome dell'ideologia dato che nel 2018 RaiMovie ha ottenuto una media dell'1,24% di share in prime time e RaiPremium si è attestata su un 1,18 mentre il nuovo canale difficilmente arriverà all'1%. E non meno significativo è il sacrificio di una RaiMovie e di una RaiPremium che insieme costano complessivamente meno di un milione di euro all'anno a fronte di 30 milioni di introiti pubblicitari. Inoltre la chiusura avrà effetti devastanti anche sul mondo della produzione cinematografica con la cancellazione dei 2.841 titoli italiani trasmessi annualmente dal canale (che verranno sostituiti dalla solita tizia che spiegherà come preparare i cannelloni al proprio uomo).
5 commenti