Milano, lo striscione dei neofascisti laziali: «Onore a Benito Mussolini»



Non bastano le fette di prosciutto sugli occhi per fingere che la politica non abbia responsabilità dirette sul ritorno nelle piazze di fascisti e nostalgici. A sfregio del 25 aprile, è all'ora di pranzo che alcuni camerata di estrema destra hanno intonato sligan fascisti ed hanno srotolato uno striscione inneggiante a Benito Mussolini a pochi passi da piazzale Loreto.
La firma fa pensare che gli autori del vile gesto siano gli ultrà della Lazio, giunti a Milano in occasione della partita odierna contro il Milan. La Digos ha aperto un'indagine basata sull'ipotesi di reato di "manifestazione fascista" prevista dall'articolo 5 della Legge Scelba del 1952.
Il sindaco Beppe Sala commenta: «Anche cercando di non drammatizzare, non si può non capire che si stanno superando certi limiti. E che la denuncia di tutto ciò spetta soprattutto alla politica. A tutta la politica però. Milano è e resterà sempre una città profondamente antifascista».
4 commenti