Don Mirco Bianchi: «Voglio una giornata contro l'eterofobia»



Don Mirco Bianchi pare voler giurare su Dio che lui conosca tantissimi eterosessuali che verrebbero perseguitati in nome del loro orientamento sessuale. Ed è forse in virtù di questa sua convinzione che, unendo la sua ostentata omofobia al suo odio contro l'Islam che è in occasione della giornata mondiale contro l'omofobia che sui social scrive:


Se il messaggio è di per sé surreale, sarebbe curioso comprendere cosa intenda il sacerdote con il termine "eterofobia". A guardare i suoi messaggi, ci sarebbe da temere possa intendere il suo dissenso verso chi contrasta l'omofobia o a chi non crede che l'odio possa essere sdoganato attraverso il tentativo di spacciarlo per "libertà di pensiero".
1 commento