Il senatore leghista Simone Pillon e il suo schifoso elogio contro Vittorio Zucconi



Per quanto il leghismo ci abbia abituato a personaggi perversi che trascorrono le loro giornale a insultare, denigrare e insultare chiunque, il senatore leghista Simone Pillon pare volerci dimostrare che allo schifo non esiste limite.
Tra offese gratuite e la sua consueta supponenza sul fatto che Dio la penserebbe esattamente come lui contro donne, gay e stranieri, l'integralista ha denigrato Vittorio Zucconi con un elogio funebre da vomito:


Ogni parola spesa a commentare potanto schifo sarebbe inutile. Pillon continua a mostrarsi per quella perversa persona anticristiana che è, sempre incline a nominare il nome di Dio invano ogni qualvolta possa usarlo per il suo tornaconto e sempre più impegnato nell'usare usare la preghiera come mezzo di offesa. Vedremo quando sarà lui a dover rendere conto del male compiuto in vita.
2 commenti