Matteo Salvini bestemmia davanti ai giornalisti (ma poi si affida al cuore immacolato di Maria)



Durante i suoi comizi nomina i santi, brandisce rosari e nomina il nome di Dio invano. Ma se Salvini ama citare il nome di Dio invano come giustificazione alla versione leghista dell'Isis, è infastidito dalla presenza di giornalisti che il ministro dell'Interno ha bestemmiato come un indemoniato perché infastidito dalla presenza di giornalisti che non erano stati espressamente invitati dal suo ufficio di propaganda.
È capitato a Bari, nel 2015, come si può chiaramente udire al minuto 1:54 del video. E una bestemmia vomitata da colui che brandisce il Rosario come un'arma e che affida se stesso al cuore immacolato di Maria è un atto che si commenta da sé.

1 commento