Milano, critica Salvini e viene identificata dalla polizia



È successo ancora una volta. Una studentessa di Milano è stata identificata dalla polizia per aver osato criticare il "capitano" leghista Matteo Salvini.
Durante il raduno degli alpini, la giovane ha osato criticato la proposta del leghista sulla reintroduzione della leva obbligatoria. E tanto è bastato perché la Digos la fermasse e si annotasse i suoi dati personali.
I fatti sono avvenuti tra gli stand della manifestazione in piazza del Cannone.
Gia a Torino la Digos ha fermato e denunciato altri cittadini hanno osato esprimere dissenso contro il leader leghista.
4 commenti