"Omosessualità nelle civiltà classiche" se ne parla al museo archeologico di Arezzo



In occasione della Giornata internazionale contro l'omo-bi-transfobia, ad Arezzo ci saranno iniziative di sensibilizzazione attraverso conversazioni storiche al museo "Gaio Clinio Mecenate" e Sabato 18 a Civitella in val di Chiana attraverso lo sport.

"Omosessualità nelle civiltà classiche" se ne parla al "Museo Archeologico Nazionale Gaio Cilnio Mecenate" di Arezzo il 17 maggio 2019 dalle ore 17.30. Protagoniste di questa conversazione a tema storico, che nasce dalla collaborazione tra Chimera Arcobaleno e il Polo Museale della Toscana, saranno Margherita Gilda Scarpellini, etruscologa, e Maria Gatto, direttrice del Museo Archeologico, moderate da Cristina Betti del comitato Arcigay Arezzo. L'ingresso è libero e gratuito.

L'iniziativa è organizzata in occasione della Giornata Internazionale contro l'Omo-Bi-Transfobia durante la quale l'associazione Chimera Arcobaleno condivide la campagna nazionale di Arcigay che invita tutti e tutte a non restare indifferenti di fronte ad episodi o discorsi d'odio verso le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender.

L'omofobia va scardinata anche nel mondo dello sport, infatti Sabato 18 maggio si terrà l'evento TUTT* IN CAMPO in collaborazione con il Comune di Civitella in Val di Chiana: alle ore 18 incontro con la scrittrice e giornalista Francesca Muzzi per parlare del suo libro "Giochiamo anche noi. L'Italia del calcio gay" e a seguire si terrà una partita di calcio a 5 tra una rappresentativa del territorio e la squadra LGBT-friendly Omphalos Goal, presso il campetto adiacente alla palestra comunale di Badia al Pino. Al termine dell'iniziativa sarà offerto un aperitivo.

Immagini: [1] [2]
2 commenti