«Dove sei fr**io bastardo che vengo a tagliarti la gola!». Ecco il terrorismo squadrista dei finti indignati di Bibbiano



«Cosa coprite a Reggio Emilia, brutte merde?? Togliete i figli per darli ai gay! Dimmi dove sei fr**io bastardo che vengo a tagliarti la gola!». È questo il contenuto di una telefonata anonima ricevuta dal segretario Arcigay di Bologna.
Mentre i fatti sono già stati denunciati alla Procura, preoccupante è il clima di terrorismo squadrista che neofascisti, integralisti e leghisti hanno creato attorno ai presunti abusi di Bibbiano. E se Filippo Savarese trascorre le sue giornate a giurare che il caso va usato per creare odio contro i gay, forse non ci si dovrebbe stupire se i suoi proseliti vogliono ammazzare persone estranei ai fatti sulla base delle sue generalizzazioni. Fossimo in un Paese civile, questa gente sarebbe già a processo per istigazione all'odio. Ma siamo in Italia e abbiamo un ministro che promuove e diffonde per profitto tutto ciò che può creare tensioni sociali utili alla sua propaganda.
2 commenti