Il vicepresidente del consiglio comunale di Vercelli: «Ammazzateli tutti sti gay, lesbiche e pedofili»



Nella sua pagina Facebook i gay vengono sistematicamente etichettati come «pervertiti», «froci» o «maledetti». Dice che i gay sarebbero «blasfemi» per loro natura e non si risparmia da affermazioni che possano incitare i suoi proseliti all'odio in virtù di origine etnica e orientamento sessuale (spesso attingendo a fake-news pubblicate da siti-spazzatura). Stiamo parlando di Giuseppe Cannata, medico chirurgo e vicepresidente del consiglio comunale di Vercelli (FdI).
In un messaggio di rara violenza, è rilanciato un post d'odio del senatore leghista Simine Pillon che Cannata ha scritto: «Ammazzateli tutti ste lesbiche, gay e pedofili».


Oltre ad accostare omosessualità a pedofilia in conformità alla propaganda diffamatoria delle lobby anti-gay finanziate da Mosca, Cannata chiede che lo sterminio sia compiuto in nome del suo amatissimo senatore leghista Simone Pillon, l'uomo che Massimo Gandolfini ha infiltrato nelle istituzioni per portare avanti l'agenda del fondamentalismo organizzato. Quanto basta a testimoniare che la propaganda omofoba di Pillon è istigazione all'odio.

A denunciare i fatti è Arcigay Rainbow Vercelli e Valsesia, quali chiedono le sue immediate dimissioni, azioni disciplinari all'Ordine dei Medici e si riservano di agire per vie legali.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15]
2 commenti