Raffaella Frullone elogia gli stati africani che discriminano le donne trans



Raffaella Frullone non perde mai occasione per ostentare il suo odio. Inveendo contro quelle donne transessuali che lei vorrebbe fossero rese vittime di sistematiche discriminazioni, è dalla sua pagina Facebook che scrive:

ANDARE IN EGITTO E DIRE CHE UN MASCHIO E' INVECE UNA FEMMINA
Due transessuali di Bitonto (Bari)
sono stati bloccati e trattenuti dalla polizia aeroportuale egiziana al loro arrivo ieri a Sharm El Sheik, dove si erano recati in vacanza con due loro amici: lo ha detto all’ANSA la sorella di uno di loro, Ivana Sannicandro.
Si tratta di Cosimo ’Loredana’ Corallo, 43 anni, e Michele ’Mikela’ Sannicandro, di 45 anni. Tecnicamente il fermo provvisorio, in attesa di essere rimpatriati in Italia, sarebbe dovuto al fatto che le autorità egiziane non ritengono validi i loro documenti, ma gli amici parlano di visto negato per il loro orientamento sessuale.
"Mia sorella è stata fermata in aeroporto - racconta all’ANSA Ivana Sannicandro -, la motivazione è che pensano che i documenti non corrispondano a lei, a loro. Non sono documenti falsi, ma pensano non siano loro in quanto trans".

Insulti, offese e denigrazioni gratuite proseguono tea i commenti:






2 commenti