Lorenzo Fontana sostiene di essere il sogno erotico dei gay



«I gay sono una componente molto ben rappresentata in questo governo. Di gay penso che ce ne fossero diversi anche nel governo precedente. Non ho mai approfondito la questione, ma, insomma, si capisce subito se una persona ha gusti diversi dai tuoi, adesso non conosco le storie di ognuno ma presumo ce ne siano diversi». Lo ha dichiarato l'ex ministro alla famiglie (eterosessuale) Lorenzo Fontana.
Partecipante agli "etero pride" organizzati fa Forza Nuova e sostenitore delle blasfeme preghiere anti-gay organizzate dalle lobby neofasciste, il leghista ha poi aggiunto: «Né io né Matteo siamo omofobi ne lo siamo mai stati. Non sono assolutamente omofobo, né Salvini lo è. Anzi, le racconto una curiosità: ho molti amici fraterni qui a Bruxelles che mi hanno detto che sono anche abbastanza apprezzato dal punto di vista fisico. Chiaramente non è che la cosa mi interessasse».
Se ne è convinto, buon per lui. Ma la sua ossessione nel valutare i governi sulla base della loro componente omofoba appare quasi patologica.
3 commenti