Il rispetto dei bambini trans? Per l'integralista Filippo Fiani è «uno sterminio» compiuto dai «neonazisti rossi»



Oltre a ricordarci sempre nelle sue minacce di morte ed oltre ad insultare le ragazze vittime di abusi che denunciano i loro stupratori, l'adinolfiniano Filippo Fiani pare aver dimenticato il significato delle parole nel rilanciare un articolo a firma dei forzanovisti di "Provita Onlus".
In riferimento alla decisione di permettere ai genitori la possibilità di somministrare ormoni ai figli transessuali per rendere meno invasiva un'eventuale operazione in età adulta, scrive:

D'altronde a Matteo Renzi glielo ha chiesto niente meno che il Papa di fare una legge sul fine vita (... Ah no?).
Era ovvio che i neonazisti rossi della Toscana fossero in prima linea, pronti allo sterminio.

Forse qualcuno dovrebbe ricordargli che è il Parlamento e non il Papa a fare le leggi, così come sarebbe d'uopo fargli notare che Matteo Renzi venne eletto grazie a quel suo Mario Adinolfi che girò l'Italia in camper per sostenerne la candidatura. E il testo non pare avere alcun riferimento alla notizia allegata, l'impressione è che ormai il fondamentalismo organizzato si accontenti di accomunare parole gravi e offese gratuite senza manco perdere tempo a ragionare su cosa stiano dicendo. L'importante è offendere, denigrare e promuovere l'ultra-destra.
Commenti