Matteo Salvini promette che sfoggerà la maglietta griffata dalla Manif Pour Tous



Matteo Salvini ha assicurato a Jacopo Coghe, presidente della Manif Pour Tous Italia e dipendente della CitizienGo di Arsuaga, che se ne andrà in giro con il loro della sua associazione in virtù di come quel disegno sia ormai diventato un simbolo in grado di offendere qualunque famiglia non sia conforme ai distinguo del fondamentalismo cattolico.

Coghe si è bullato su Internet di come il suo Salvini si sia bevuto la fake-news del 2012 su un fantomatico francese che sarebbe stato arrestato per una maglietta rappresentante una famiglia composta da un maschio, una donna e due bambini.
Premesso che quello è un logo di un'associazione politica al pari di come non si potrebbe sostenere che una falce e martello siano apartitici perché disegni stilizzati di utensili da lavoro, è assolutamente falso che qualcuno sia mai stato arrestato. A raccontarlo è lo stesso protagonista dei fatti in un'intervista rilasciata nel 2012 al sito integralista Tempi, nella quale spiegava che la polizia lo aveva invitato a togliersi la maglietta dato che si trovava all'interno di un'area in cui erano state vietate manifestazioni politiche. Così come non si sarebbe potuta esibire una bandiera arcobaleno, lui non poteva entrare con una maglietta griffata col logo di un'organizzazione omofoba.
Davanti al suo rifiuto, la polizia lo ha sanzionato per resistenza a pubblico ufficiale. La fake-news nasce da come sulla contestazione sia stata indicata l'evidenza di un abbigliamento non idoneo per il divieto a manifestazioni politiche davanti al palazzo del governo (sia che a favore del matrimonio egualitario) nei giorni delle votazioni. Eppure il dipendente della CitizienGo scrive:


Pare curioso che Massimo Gandolfini, presente al cospetto di Salvini al fianco di Coghe e di Pillon, non lo abbia corretto dato che nel suo libro citava l'episodio ammettendo che l'uomo era stato multato e non certo arrestato.
Ma forse la verità non è il loro forte, come testimonia il fatto che per Matteo Salvini non abbiano stampato un'edizione speciale della maglietta per rappresentare le famiglie composte da un uomo e molteplici donne come quelle del leghista.
2 commenti