Egitto. Giornalista condannato ad un anno di carcere per aver intervistato un gay



In Egitto, il giornalista Mohamed Al-Ghiety è stato multato e condannato ad un anno di carcere per aver intervistato un uomo gay. Secondo il Tribunale, avrebbe promosso l'omosessualità.
Se la storia sarebbe già di per sé surreale, a rendere il tutto ancor più ridicolo è come Ghiety non si sia mai risparmiato dall'esprimere posizioni fortemente omofobiche e di come sua intervista ad un gay non fosse altro che un tentativo di incitare l'odio attraverso il suo tentare di sostenere che l'juomo avrebbe «espresso rammarico per la sua sessualità» e che da gay non avrebbe potuto far altro che prostituirsi. Non solo, lo scorso anno Sabry denunciò l'attrice Rania Youssef con l'accusa di "istigazione alla dissolutezza" in virtù di un vestito che indossava durante una cerimonia di premiazione.
1 commento