Miracoli padani. Per far calare la disoccupazione bastava cambiare il presidente dell'Istat



Esattamente come fece la Grecia prima del fallimento, anche il governo giallo-verde ha proposto il cambiamento del presidente dell'Istat come "soluzione" al loro disastro economico. Evidentemente sono stupidi gli altri a non pensare che bastasse scegliere un direttore leghista per ottenere un calo della disoccupazione e un miglioramento dell'economia generale in vista delle europee.
E per quanta retorica sia contenuto nel primo comunicato del loro nuovo Istat, è tra le righe che si segnala che il Pil risulta in calo per il terzo trimestre consecutivo:



Se pare surreale che si voglia festeggiare davanti ad un +0.1, è nell'osservare l'immagine del candidato sindaco di Biella pronto a genuflettersi davanti al suo padrone in segno di sottomissione che viene automatico domandarsi quale affidabilità si possa dare a personaggi che vengono selezionati sulla base della loro sudditanza al "comandante" padano.
2 commenti